Excite

Sciopero benzinai dall' 11 al 14 dicembre 2012: gli orari

  • infophoto

Si terrà dalle ore 19 di martedì 11 dicembre fino alle ore 7 di mattina di venrdì 14 dicembre il tanto temuto sciopero dei benzinai in Italia, in seguito al fallimento delle trattative presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

Lo sciopero è stato proclamato dai gestori di Faib-Confesercenti, Fegica-Cisl e Figisc/Anisa confcommercio.
Aderiranno anche gli impianti in autostrada e sui raccordi, dalle ore 22 di oggi fino alle ore 22 di giovedì 13 dicembre.

In una nota diffusa dall'organizzazione dei benzinai, si legge: "La Faib Federazione Benzinai di Confesercenti Roma informa che è scattata la corsa al pieno in previsione dello sciopero di due giorni dei benzinai romani che prenderà avvio questa sera alle ore 19 e terminerà alle ore 7 di venerdì mattina".

Sulle scorte in esaurimento, la nota avverte: "Le lunghe file ai distributori per il rifornimento degli autoveicoli sta avvenendo senza particolari criticità anche se si segnala che in diverse zone della città le file stanno determinando una forte accentuazione di traffico urbano. È prevedibile, secondo Faib, che nella giornata, nonostante le autobotti stanno rifornendo gli impianti, molti distributori possano esaurire le scorte".

Ma perchè i benzinai scioperano? La nota informa che: "I gestori protestano contro l'industria petrolifera che non rispetta gli accordi economici e contrattuali e viola precise norme che impongono alle stesse l'obbligo di negoziare con Associazioni di categoria il rinnovo delle intese. La Faib unitamente alle altre Associazioni di categoria contesta l'idea secondo la quale l'industria petrolifera vorrebbe azzerare diritti della categoria conquistati negli anni, facendo tornare i benzinai a prima degli anni '70 quando i rapporti economici e contrattuali erano imposti esclusivamente all'industria petrolifera al singolo gestore".

Previste inoltre ulteriori manifestazioni tra il 24 e il 30 dicembre: "Le associazioni categoria contestano inoltre la mancata applicazione di una norma approvata e convertita in Legge dal Parlamento il 24 marzo scorso che prevedeva la gratuità per i benzinai delle carte di pagamento dei carburanti (bancomat e altro) che incidono sul reddito di gestione per il 50%. Per questa ragione e se non interverranno novità significative, la protesta proseguirà con la sospensione dell'accettazione delle carte per il rifornimento a partire dal 24 dicembre e fino al 30 dicembre".

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017