Excite

Sciopero trasporti 30 Marzo 2015, Uber regala corse gratis: infuriati i sindacati

  • nypost

di Simone Rausi

Oggi mezza Italia è rimasta a piedi, o quasi. In occasione dello sciopero dei trasporti pubblici proclamato dal Sindacato di base, però, Uber – un’app che fornisce un servizio di trasporto automobilistico privato, ha deciso di cambiare le carte in tavola regalando corse gratuite per tutti i nuovi iscritti.

Uber: quanto si guadagna con l’app per autisti?

Il sindacato, manco a dirlo, ha un diavolo per capello. D’altronde l’obiettivo dello sciopero è quello di creare dei disagi per sollevare l’attenzione verso un dato tema. Con le corse gratuite regalate da Uber, però, oggi è quasi diventato un giorno di festa. Giovanni Maggiolo della Cgil si è scagliato duramente contro tutti gli autisti che hanno aderito al network dell’app e quindi all’iniziativa di Uber: “Fanno come i fascisti che guidarono i tram durante la guerra, con i tranvieri in sciopero. Una proposta bieca, tutto pur di farsi pubblicità”.

Gli ha fatto eco Benedetta Arese Lucini, general manager di Uber: “Con lo sciopero dei mezzi le città diventano meno accessibili e spostarsi è quasi impossibile. Con questa iniziativa vogliamo aiutare la gente a muoversi in un momento di grave difficoltà”. Ma, chiaramente, dietro tanta beneficenza c’è una furba operazione commerciale, peraltro ben riuscita. I numeri confermano infatti il trend più che positivo che Uber aveva intrapreso in occasione della Settimana della Moda milanese. Durante quei giorni, infatti, Uber aveva offerto lo stesso servizio facendo aumentare i nuovi iscritti del 200%. Un bel modo di portare acqua al proprio mulino durante i giorni di caos e congestione del trasporto pubblico.

L’iniziativa di Uber vale solo per oggi nelle città di Roma, Milano, Genova e Torino. Basterà dimostrare di essere dei nuovi iscritti e mostrare un biglietto dei mezzi pubblici acquistato per poter salire in macchina senza sborsare un centesimo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017