Excite

Scooter usati, come calcolarne il valore

  • Foto:
  • Excite

Per quanti sono alle prese con il vendere o acquistare uno scooter usato, ecco una utile guida. Molti devono affrontare un problema che in questi casi appare tra i più insidiosi, ovvero calcolare il valore del due ruote che vi interessa comprare o cedere.

Come porsi, cioè, di fronte a scooter usati e il loro valore reale di mercato, senza incorrere in stima eccessiva o sottovalutazione del veicolo? Innanzitutto esistono vari parametri da tenere d’occhio.

L’anno di immatricolazione, ad esempio. Si tratta però di una caratteristica che se può rendere immediatamente chiara la condizione dello scooter in oggetto, può dall’altra parte, trarre in inganno. Per questo attenzione.

Se da un lato si può incorrere in due ruote che a fronte di lustri e lustri di attività godono di ottime prestazioni,ecco spuntare quelle che sembrano ‘occasioni’, anno di immatricolazione recente, ma che nascondono delle magagne che si possono rivelare dopo l’acquisto.

Ecco il motivo per cui, accanto all’anno di prima cessione dello scooter, è sempre bene dare un'occhiata al contachilometri: maggiore è la strada percorsa, più deve essere tenuta alta l’attenzione verso il rapporto fra qualità e prezzo.  E ancora: sbirciare nelle altrui trattative.

On line sono presenti infatti numerose offerte: pratico ed utile è guardare quegli scooter dalle caratteristiche simili o del tutto uguali a quello di vostro interesse. Esempio. Per uno scooter immatricolato tra il 2005 e il 2006, cilindrata tra i 200 e i 250cc, si può spendere, o incassare in caso di cessione, tra i 1500 e i 2500 euro.

Se tutto ciò non dovesse rassicurarvi, né vi consideraste degli esperti del settore, di quelli cioè capaci di rendersi conto a primo acchito delle condizioni del motore del veicolo, è bene allora rivolgersi ad un consulente di fiducia.

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017