Excite

Scooterino, un’app a Roma per passaggi su due ruote: al via il progetto di "sharing economy"

  • Corriere.it

Condivisione di spese e mezzi tra sconosciuti in una metropoli dal traffico ingovernabile: dalla startup del 28enne imprenditore italoamericano Oliver Page, originario di Roma e “folgorato” durante una visita alla famiglia dall’idea di una mobilità alternativa su due ruote, debutta ufficialmente Scooterino, progetto destinato a cambiare le abitudini di non pochi cittadini alle prese col quotidiano rebus degli spostamenti da una parte all’altra della Capitale.

Car sharing in Italia, Enjoy Eni fa tappa a Torino dopo Milano, Roma e Firenze

Senza scopo di lucro e aperto al contributo delle parti interessate, chiamate a fornire in rete continui feedback sul funzionamento del servizio, il progetto di sharing economy nato nella lontana California ma saldamente ancorato alle particolari esigenze dell’utenza romana si muove sul solco di Uber, BlaBlacar e Airbnb, esempi dai quali Page ha liberamente tratto ispirazione in sede di definizione del modello.

Chi offrirà il passaggio, prenotabile tramite un’app per smartphone Android e iOS, non avrà bisogno di un’assicurazione commerciale dovrà comunque garantire all’ospite in sella un casco omologato oltre al possesso di un attestato conseguito dopo un test di abilitazione a cura della compagnia fornitrice del servizio.

(Su due ruote in giro per le strade Roma: tutto il fascino della Capitale in un video)

Scooterino esclude l’installazione di un tassametro a bordo del mezzo a due ruote usato per la condivisione delle spese: conducente e passeggero concorderanno, sulla base di tariffe modulate sulle specificità del traffico cittadino di Roma, il rimborso necessario alla copertura dei costi del viaggio.

Un paio di click sul portale della startup (dal quale si scarica l’app) e un navigatore in grado di rilevare l'esatta posizione del guidatore più vicino sono gli unici oneri a carico del singolo utente, chiamato a connettersi dal proprio telefonino di volta in volta in tempo reale con la controparte per ottenere il passaggio su scooter.

Approvato dalla Regione Lazio con tanto di inserimento ufficiale del progetto “made in Usa” nell’alveo degli investimenti istituzionali sul fronte dell’hiTech, Scooterino ha anche ottenuto il semaforo verde dell’Agenzia dello Spazio Europea ed un finanziamento di 50mila euro per il lancio dell’esperimento in Italia.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017