Excite

Stazione di ricarica ultraveloce per auto elettriche, a Pomezia parte l'esperimento Eni-Enel

  • Youtube

Importante passo in avanti per le infrastrutture di rifornimento dedicate ai veicoli di ultima generazione, grazie alla nuova stazione di ricarica sulla Pontina all’altezza di Pomezia, costruita da Eni ed Enel.

Leaf regina delle auto elettriche nel 2014: da record il volume di affari per Nissan

Strategica la collocazione di questa colonnina innovativa, capace di servire con tempi ridotti (30 minuti in media) rispetto agli standard finora conosciuti dagli utenti italiani per le auto elettriche in commercio, indipendentemente dalla loro cilindrata e dal periodo di produzione.

Il taglio del nastro dell’avveniristica opera è toccato al ministro delle Infrastrutture del governo Renzi Maurizio Lupi, insieme al sindaco del comune interessato Fabio Fucci, all’assessore regionale del Lazio Fabio Refrigeri ed ai dirigenti competenti delle due società pubbliche finanziatrici del progetto.

A lavori ultimati, autorità ed enti finanziatori hanno sottolineato l’importanza di tale scelta, sia a livello logistico che sul piano simbolico, essendo in pieno corso di realizzazione il piano di copertura del territorio italiano, da nord a sud della Penisola, con le sperimentali Eni Station "fast recharge".

(Accordo Eni-Enel per la realizzazione delle colonnine di rifornimento “fast recharge”)

Un volume d’affari, quello garantito attualmente ma soprattutto in proiezione futura dall’espansione del mercato e dell’indotto allargato delle vetture elettriche ed ecologiche, tutt’altro che irrilevante per il settore auto e per l’economia nazionale.

Roma e provincia, secondo il progetto appena ultimato con l’inaugurazione della colonnina di Pomezia sulla strada Pontina, beneficieranno nell’immediato dell’espansione dei servizi di rifornimento "fast recharge" per vetture alimentate con sistemi alternativi ai carburanti tradizionali.

In cantiere vi sono da ora altre infrastrutture dello stesso tipo, ben oltre i confini della regione laziale dove comunque si segnala il “polo” principale dell’innovazione in tema di mobilità cittadina ed extraurbana.

Autostrade e arterie di comunicazione a scorrimento veloce interne o esterne alle aree metropolitane saranno nei prossimi mesi al centro dell’attenzione di Eni ed Enel, in vista del lancio della “fase due” della costruzione di colonnine elettriche a macchia di leopardo e poi “a tappeto” nel resto del Paese.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017