Excite

Telepass Pyng, a Roma il parcheggio su strisce blu si paga con smartphone e tariffe al minuto

  • Twitter @MediasetTgcom24

Sarà Roma la prima grande città a mettere in campo uno strumento tecnologico, nuovo di zecca e collaudato con ottimi riscontri a Ferrara 2 mesi fa, per la semplificazione del pagamento delle soste sui parcheggi a strisce blu.

Fermo amministrativo dell’auto, procedure per la corretta informazione e la rimozione

Si tratta di Pyng, app gratuita realizzata da Telepass in collaborazione col Comune capitolino, a disposizione degli automobilisti muniti di smartphone e registrati all’area clienti dedicata alla rete di copertura del servizio in tutta Italia.

Niente più multe, sempre che si rispettino le regole previste dalle normative vigenti e si usi correttamente la procedura alternativa al tradizionale pagamento con parchimetro e card, per ritardo o mancata esposizione del documento di prova del parcheggio: basterà selezionare i parametri giusti e il calcolo dell’importo verrà parametrato ai minuti effettivi di permanenza sulle strisce blu.

Risparmiando qualche centesimo di euro ad ogni sosta, il conto a carico del singolo utente sarà meno salato e la perdita di tempo quotidiana verrà ridotta al minimo essenziale.

(Atac, sosta a pagamento: in rete il servizio Telepass Pyng per gli automobilisti di Roma)

La possibilità di anticipare o prorogare la sosta, come dimostrato dagli eccellenti riscontri conseguiti da Pyng a Ferrara nel mese di dicembre del 2014, metterà in condizione gli utenti di evitare sprechi o imprevisti per cause di forza maggiore.

Agli ausiliari del traffico dell’Atac il compito di verificare la regolarità delle operazioni tramite palmare, previo controllo dei dati del proprietario della vettura sul sistema telematico, senza che sia necessaria la presenza fisica dell’apparecchiatura ideata per il pagamento del parcheggio.

L’esperimento cogestito da Telepass e Atac, a giudicare dalle premesse, contribuirà non poco a rendere più semplice la vita a migliaia di automobilisti italiani, essendo previste altre tappe nell’immediato futuro dopo l’avvio del progetto nelle strade di Roma.

Presto sarà il turno di Fiumicino, poi si potrà veder decollare l’innovazione a macchia di leopardo da nord a sud della Penisola, partendo ovviamente da metropoli e città a maggiore volume di traffico per mezzi privati.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017