Excite

Informazioni e tempi per l'immatricolazione auto d'importazione

Per conoscere i tempi d’immatricolazione di un’auto d’importazione, occorre prima conoscere altri dettagli certamente importanti:

Importazione europea

Se l’auto in questione appartiene all’Unione Europea o, almeno, allo Spazio Economico Europeo (Islanda, Norvegia, Liechtenstein), le prime procedure d’immatricolazione vanno gestite attraverso lo Sportello Telematico dell’Automobilista e, in questo caso, i tempi sono, all’incirca, di due settimane.

Il “nuovo veicolo”

È definito “veicolo nuovo” una vettura appena uscita dalla fabbrica e privo d’immatricolazione. Ma anche un veicolo già immatricolato in un Paese UE ma che ancora non ha percorso 6000 km o che è stato venduto in meno di 6 mesi dalla prima data d’immatricolazione. Tutti i veicoli che non corrispondono a queste caratteristiche sono definiti “veicoli usati”.

I costi

Le imposte da sostenere per immatricolare e iscrivere in Italia una vettura d’importazione sono le seguenti:La prima è l’Imposta Provinciale di Trascrizione, che ha un costo variabile secondo il modello di vettura, dell’IVA e della residenza dell’acquirente. Gli emolumenti ACI costano 20,92 euro, l’imposta di bollo per trascrizione al PRA 29,24 euro, i diritti DTT 9,00 euro e l’imposta bollo per immatricolazione 29,24 euro; il rilascio della targa, invece, ha un valore variabile in base alle diverse tipologie di veicolo.

Tempistica

Per svolgere a pieno tutte le procedure d’immatricolazione delle auto d’importazione, di solito, la tempistica va dalle due alle tre settimane di tempo.Consigli utili È bene fare attenzione alla lista dei veicoli gestiti dalla STA. Se quest’ultima non rientra nella casistica, occorre immatricolarla prima all’ufficio decentrato DTT e poi solo dopo 60 giorni dal rilascio della carta di circolazione è possibile iscriverla al PRA.

 

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017