Excite

Rally di Lucca, incidente: morti i due piloti Catelani e Bertoneri

  • infophoto

Uniti. Dall'inizio alla fine. Uniti nella vita, nello sport, uniti nello schianto che porta le fiamme a sfiorare il cielo. Il fuoco va sù, 4 metri: inutili i soccorsi. Non ci sono più Valerio Catelani, 37 anni, e Daniela Bertoneri, 34 anni, pilota e navigatrice della Peugeot 207 S2000 che, con il numero 7, ha partecipato al Rally di Lucca.

Morti carbonizzati nella loro auto da corsa incendiatasi dopo un'uscita di strada al 47/o Rally Coppa Città di Lucca. L'incidente è avvenuto in località Brancoli, dopo 3,5 km della quarta prova speciale. La gara è stata sospesa dagli organizzatori.

Cosa è successo?

Secondo una prima ricostruzione, l'auto si sarebbe incendiata subito, mentre i due occupanti sono rimasti imprigionati all'interno. L'incidente è avvenuto ad una curva a sinistra, veloce e stretta, dove la Peugeot di Valerio e Daniela (che nei rally correva col nome d'arte Gazzè), è andata dritta, ha buttato giù un muretto e poi si è incastrata sotto il piano stradale, prendendo fuoco.

Pronti, partenza e...

Nemmeno il tempo d'impostare la corsa, nemmeno il tempo di capire cosa potesse accadere. Neppure in Formula Uno incidenti del genere accadono alle prime curve. La vettura era partita dallo start alle 4.12 e lo schianto è avvenuto solo due minuti dopo il via. Incredibile. Non ci sono altre parole. Una notte più nera del solito. L'allarme sarebbe stato dato dalla quarta auto partita dopo la Peugeot 207. Allo start della prova le partenze sono scadenzate di un minuto l'una dall'altra: è quindi probabile che i piloti delle altre vetture passate subito dopo l'auto di Catelani e Bertoneri non si siano accorti dell'incidente che si era appena verificato, poichè la Peugeot 207 uscita di strada si trovava in un avvallamento sotto al piano stradale.

Veramente uniti

Valerio e Daniela, coppia fissa nei rally da oltre dieci anni, ma anche nella vita. Lui era nato a Pietrasanta il 20 ottobre 1974, mentre lei, originaria di Massa, era nata il 13 novembre 1977. Formavano un equipaggio cosìddetto "gentleman driver". Non erano, infatti, dei veri professionisti e come lavoro effettivo gestivano un locale a Forte dei Marmi. Tra l'altro, lo stesso Catelani aveva dichiarato al microfono dello speaker di voler prendere confidenza con la Peugeot 207 S2000, auto con cui per ora aveva corso poche volte. Azzardo o rischio calcolato?

Tra Codacons e sequestri

Elena Leone, magistrato di turno, dopo essere stata sul luogo dell'incidente ha disposto il sequestro dell'auto, oltre che dell'ordine di servizio, del piano di sicurezza e del piano di emergenza sanitaria della gara. Il Codacons, da par suo, parla di corse estremamente pericolose sia per i piloti che per il pubblico: monito, denuncia, allarme. Servirà?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017