Excite

Il rombo vintage della Vespa Gts

Potente, aggressiva, fascinosa nelle linee e nello stile: Vespa Gts è questo. Il 2011 è stato colorato da questo nuovo arrivo in casa Piaggio, uno scooter intrigante che, per questo e per altri motivi, è oggi a pieno titolo Moto dell'anno 2011.

Vespa GTS 300 - la declinazione più sportiva e performante della tecnologia di Vespa - è una due ruote eccellente, va fortissima, in città e fuori città, per tragitti lunghi, in montagna e su percorrenze medie (150-200 km), inoltre sulle strade tortuose è divertentissima. Certo, se si va fuori città bisogna mettere su di pressione le gomme (2,4-2,6), altrimenti sopra i 120 km/h ondeggia nei curvoni.

Vespa Gts, insomma: la 250, più urbana, la Gts 300 più maschile, vigorosa, con qualche accenno vintage. Si notano, e si apprezzano, feritoie sulla fiancata, mascherina copristerzo più sagomata, cruscotto analogico e sella diversa nella sagomatura, nel materiale dell'imbottitura e con bordi colorati a contrasto. Un gioiellino, che non stanca mai. Forse, potremmo dire che la Vespa Gts 300 non guadagna granché in velocità massima, ma tantissimo nel gusto: appare, infatti, molto più pronta nella risposta al gas, perché non bisogna attendere che salga di giri. Senza dimenticare il fatto che la spinta è decisamente più robusta.

La sicurezza, fattore determinante. La Vespa Gts è sicura: non c'è il parabrezza, è vero, ma c'è il vano sotto la sella, grande abbastanza per due caschi, e c'è pure un cassetto di ragionevoli dimensioni nel controscudo. Costa 4.600 Euro (circa 200 in più rispetto alla 250 e quasi 500 in meno della Gts Super Sport), ma se li merita tutti, considerato il livello qualitativo elevato nella sostanza e nelle finiture.

  • Fonte:
  • motoblog.it

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017