Excite

Vintage - Jaguar E-Type

Una delle sportive più belle degli anni Sessanta? Senza dubbio Jaguar E-Type, conosciuta anche come Jaguar XKE o Jaguar XK-E e nota nel mondo soprattutto per essere stata coprotagonista del fumetto Diabolik (era l'auto ufficiale del personaggio principale e della compagna di scorribande, Eva). Ricorre, quest'anno, il cinquantesimo anniversario della sportiva Jaguar: venne commercializzata, per la prima volta, nel 1961 e nel corso del tempo si succedettero tre generazioni (e tre differenti declinazioni di carrozzeria: coupé detta FHC, cabriolet detta OTS e coupé 2+2 con passo allungato).

Guarda la fotogallery di Jaguar E-Type

Nacque nel 1961 la Series 1 di Jaguar E-Type: frontalmente, era installato un motore 3,8 litri benzina da 285 cavalli (sei cilindri in linea), dotato di un cambio manuale a quattro rapporti poco apprezzato, con la prima velocità non sincronizzata. Nel 1965, venne realizzata la versione migliorata di Jaguar E-Type Series 1, con un nuovo cambio prodotto dalla stessa casa automobilistica Jaguar, ancora a quattro rapporti, ma tutti sincronizzati. Fu quello il momento dell'introduzione del nuovo motore 4,2 litri, sei cilindri in linea, che assicurò maggiore coppia ai bassi regimi. Nel 1966, soltanto per la versione 2+2 appena commercializzata (il passo variava da 2.438 millimetri a 2.667 millimetri), venne proposto un cambio automatico a tre velocità. Nel corso dell'anno 1968, poi, Jaguar E-Type venne esportata negli Stati Uniti: la scelta della casa automobilistica richiese lo sviluppo di una versione speciale, dedicata al mercato nordamericano (più esigente), che era caratterizzata da una potenza scesa a 175 cavalli (venne ironicamente definita Series ½).

Guarda il video di Jaguar E-Type

Nel 1969 arriva la nuova Jaguar E-Type Series 2: solo pesanti modifiche estetiche, per questo cambio generazionale, e qualche mutamento meccanico (come un nuovo impianto freni potenziato). Bisogna attendere sino al 1971, per vedere modifiche tecniche importanti: in quell'anno, la casa automobilistica lancia Jaguar E-Type Series 3, che monta un nuovo motore 5,3 litri V12 da 272 cavalli (questo per far fronte alle prestazioni poco entusiasmanti della versione americana Series ½). Scompare la versione coupé FHC e anche la versione cabriolet OTS ottiene il passo maggiorato (come la 2+2); estetica evoluta e meccanica raffinata accompagnarono una E-Type diversa dalla madre del 1961 sino al termine della commercializzazione: nel 1974, Jaguar E-Type abbandona il mercato del nuovo, dopo oltre 70.000 esemplari venduti (oltre la metà negli States).

Due furono le versioni speciali di Jaguar E-Type che ancora oggi si ricordano: Lightweight e Low Drag Coupé. Le quotazioni di mercato sono salite nel corso del tempo ed oggi, dopo cinquantanni, Jaguar E-Type è diventata una delle vetture storiche più richieste dai collezionisti. Non è un caso che il Drake, Enzo Ferrari, l'abbia definita, all'epoca, “l'auto più bella mai costruita”.

Foto: zercustoms

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017