Excite

Volkswagen, declinazione ibrida plug-in per ogni modello

  • Foto:
  • Autoblog.it

Durante i prossimi anni, la gamma della casa automobilistica tedesca di Wolfsburg, Volkswagen, si riempirà di veicoli ecologici di tutti i segmenti, per sopperire all'attuale mancanza di vetture di questa tipologia nella gamma (oggi, il brand teutonico non ha equipaggiato nessun modello con questa tecnologia, esclusione fatta per la nuova Volkswagen Touareg Hybrid).

La scelta di Volkswagen di attendere alcuni mesi/anni prima di produrre vetture ibride dipende da una convinzione del management della casa automobilistica: in questo momento, la tecnologia elettrica non è ancora pronta per soddisfare le esigenze del bacino d'utenza. In altre parole, oggi un modello elettrico non ha ancora l'autonomia corretta per fare al caso dei clienti di tutto il globo (anche se il mondo dell'auto sembra pensarla diversamente dai manager Volkswagen: non si spiegherebbe come, altrimenti, la nuova Nissan Leaf è stata eletta prima Auto europea dell'Anno 2011 e poi Auto internazionale dell'Anno 2011). Così, l'azienda di Wolfsburg ha scelto di aspettare sino a che la geometria elettrica non sarà idonea al mercato (ma anche sino a che i clienti non si saranno abituati) ed ha deciso, nel frattempo, di centellinare vetture ibride plug-in, con gradualità ed in ritardo nei confronti di altri brand concorrenti (Lexus, ad esempio, in questo campo è la regina incontrastata).

Non sappiamo con quale veicolo inizierà il capitolo ibrido della casa automobilistica tedesca, ma sospettiamo che una delle tante vetture che per prime saranno offerte con un'architettura ibrida sarà la settima generazione della media di segmento C Premium Volkswagen Golf, pronta nel 2013.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017