Excite

Yamaha: ecoincentivi cumulabili con quelli statali

Troppo pochi gli incentivi statali per la rottamazione delle due ruote. Troppo pochi almeno per rimettere in corsa un mercato che negli ultimi due anni ha visto ridurre considerevolmente il volume delle vendite. I 12 milioni di ecoincentivi stanziati dal governo, disponibili dal 15 aprile, si esauriranno nel giro di pochi giorni, secondo le stime dei costruttori.

Visto allora lo scarso sostegno dato dal governo all'industria delle due ruote, alcune marche hanno pensato bene di offrire dei propri incentivi. È il caso di Yamaha. L'azienda giapponese ha infatti lanciato una campagna d'incentivazione che coincide con quella statale, anche per quanto riguarda la data di partenza, permettendo a chi desidera cambiare moto di sommare entrambi gli incentivi.

Dirigendosi dal 15 aprile in una concessionaria Yamaha, potrete rottamare il vecchio ciclomotore e acquistarne uno più moderno con ridotte emissioni di CO2. Sarà possibile acquistare una MT03, una XJ6, un Majesty 400 (anche con ABS) o un X Max (anche in versione Top Case) godendo di uno sconto del 20% fino al massimo di 1.400 euro, che ricordiamo si raddoppiano nel caso aveste diritto all'ecoincentivo statale.

Se voleste invece acquistare un qualunque altro mezzo della casa produttrice, e non uno dei quattro menzionati sopra, usufruireste comunque di uno sconto del 10%, cumulabile con lo sconto previsto dagli incentivi statali. Tenetevi pronti però, perché all'uguale di questi ultimi, anche l'offerta Yamaha rimarrà valida fino ad esaurimento fondi.

(foto © d.yimg.com)

motori.excite.it fa parte del Canale Blogo Motori - Excite Network Copyright ©1995 - 2017